Sounds After Images – Workshop > 28/29 Novembre

0
561

SOUNDS AFTER IMAGES 

chiama a raccolta tutti coloro che vogliano cimentarsi nelle tecniche di registrazione e documentazione del paesaggio sonoro e della sua elaborazione elettronica.

L’after image o afterimage è un processo mnemonico che indica la persistenza dell’immagina visiva. Cosa rimane di un luogo dopo che è stato fotografato? Altre immagini o nuovi suoni? Come connettere questi suoni alla ricerca fotografica documentaria? SOUNDS AFTER IMAGES, nel contesto di CAVO FEST, prova a rispondere a queste domande con un workshop in ecologia del suono organizzato in due giornate, finalizzato a documentare il paesaggio sonoro del parco archeologico di Santa Geffa a Trani e a realizzare un’installazione audio esposta nella mostra fotografica MIRABILIA, esito del workshop di fotografia di paesaggio a cura di Michele Cera con la Direzione artistica di Glooscap-Visioni contemporanee.

Il workshop è strutturato in due giornate (28 e 29 novembre) e avrà luogo nell’area di interesse che ospita il parco archeologico di Santa Geffa a Trani, comprendente una chiesa ipogea dell’XI secolo. L’area in questione si estende dalla zona extra-urbana “Sant’Elia” fino alla lama “Palmareto”.

Scopo del workshop è di fornire gli strumenti di base per la registrazione/creazione/rielaborazione di un paesaggio sonoro ambientale a fini artistici e di ricerca. Grazie alla pratica delle soundwalk, gli iscritti al workshop saranno guidati in un tour delle due aree e attrezzati di registratore digitale con il quale documenteranno il paesaggio sonoro circostante.

Gli iscritti impareranno ad ampliare la capacità di analisi e di classificazione dei suoni ambientali; a collegare eventi sonori a foto, segni grafici o colori; a riprodurre, organizzare e manipolare i suoni ambientali registrati.

Nel corso del workshop si indagherà su “Che cos’è il Paesaggio Sonoro”; si conoscerà “La Mappa Sonora” come strumento di comprensione di un luogo, le tecniche e lemodalità di registrazione digitale (formati audio, posizionamento, zoom H4), il soundscaping e le tecniche di rappresentazione sonore. Sarà praticato il Soundwalking, verranno eseguiti ascolti dedicati e, infine, il Sound Editing finalizzato all’installazione audio-fotografica e alla performance elettroacustica.

LIVE
Alle 21.30 del 29 novembre, dopo gli incontri frontali e le soundwalk, seguirà la live performance elettroacustica collaborativa cui prenderanno parte tutti i partecipanti di SOUNDS AFTER IMAGES, con le modalità dell’improvvisazione controllata a cura del docente grazie all’ausilio dei materiali audio raccolti. La performance avrà luogo nella suggestiva cornice del Palazzo delle Arti Beltrani, sede della Pinacoteca comunale di Trani, in occasione dell’inaugurazione di MIRABILIA, negli stessi spazi della mostra curata da Michele Cera.

INSTALLAZIONE AUDIO-FOTOGRAFICA
Il lavoro dei partecipanti è fondamentale per la realizzazione dell’installazione audio-fotografico dell’esposizione di MIRABILIA a cura di Michele Cera con la Direzione artistica di Glooscap-Visioni contemporanee.
La mostra e quindi l’installazione saranno visbili e udibili dopo il 29 novembre presso Palazzo Beltrani, a Trani.
I nomi dei partecipanti confluiranno naturalmente tra i credits del lavoro realizzato.

ISCRIZIONI
Entro domenica 22 Novembre attraverso il form online su www.francescogiannico.com/iscrizione-sounds-after-images
Chi si iscrive entro domenica 8 novembre, avrà uno sconto del 20% sul costo pieno di iscrizione. Il prezzo intero dell’iscrizione al workshop è di 100 euro.
Il workshop è rivolto a tutti: non è necessario in nessun modo avere competenze specifiche in ambito musicale.
Per ulteriori informazioni:

info@francescogiannico.com
mail@glooscap.org
349/5012612 (Francesco), 346/2375911 (Enrico)

DOCENTE E COORDINATORE
Francesco Giannico – musicologo e musicista elettroacustico, co-fondatore dell’Archivio Italiano dei Paesaggi Sonori
www.francescogiannico.com

I LUOGHI DEL SOUNDSCAPE
Storicamente la campagna ha vissuto in simbiosi con la città, perché i prodotti della campagna venivano acquistati e consumati dalla città, secondo un processo di reciproco sostentamento. Questo rapporto simbiotico, però, per la città degli Statuti Marinari si arricchisce di una particolarità legata ai giacimenti di pietra calcarea e tufacea: la generosità delle risorse lapidee ha significato, per lunghi periodi, lo splendore della cittadina adriatica.

All’esaurimento progressivo delle cave è seguita la corsa agli acquisti dei terreni ancora intonsi da parte degli imprenditori lapidei, speranzosi di scoprirvi dei giacimenti. Il più delle volte queste operazioni si sono rivelate fallimentari: spesso non venivano trovati gli agognati banchi di pietra e le cave venivano lasciate aperte, modificando irreversibilmente l’aspetto del territorio. Oggi il paesaggio è caratterizzato, ai lati della Strada Vicinale delle Tufare, da voragini abbandonate a se stesse (non di rado diventate discariche) e da alcune cave attive che interrompono la suggestiva teoria di ulivi e vigneti. Lungo questa strada, che un tempo giungeva la campagna con la Cattedrale, a 3 km dalla città, si incontra il Parco archeologico della Chiesa rupestre di Santa Geffa, datata attorno all’ XI secolo.

Il Parco oggi rappresenta un’eccezione rispetto al contesto estrattivo che al circonda ed è gestito dalla cooperativa Xiao-Yan, che vi ha realizzato una masseria didattica (che ospita cavalli, pecore, capre, anatre, conigli, pony…) e svolge attività rivolte alle scuole e ai più piccoli.

Le attività di SOUNDS AFTER IMAGES avranno come base operativa la masseria didattica del Parco, nei cui ambienti i partecipanti potranno preparasi il pranzo dopo le soundwalk e prima delle fasi di editing.

                

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY