Arno Atlas – un progetto di narrativa e mappatura sonora dell’Arno

26 GIUGNO – 30 SETTEMBRE 2013
 
 
 

Sulle orme di esperienze internazionale ormai consolidate – come il London Sound Survey, l’Hackney Podcast, la serie Estuary Tales di SoundArt Radio o il San Francisco Atlas di Rebecca Solnit – il progetto Arno Atlas si inserisce da una parte nell’attuale dibattito sulla geografia emozionale, dall’altra si riallaccia alla prima edizione del progetto di residenze per artisti sonori Nuovi Paesaggi (Radio Papesse 2012), per riflettere sull’immagine sonora della città e del paesaggio urbano che l’Arno contribuisce a disegnare.

Arno Atlas è una serie di quattro episodi audio, in programma da luglio a settembre.
Insieme al compositore/soundartist Giulio Aldinucci raccoglieremo le voci di quanti a vario titolo si sono occupati del fiume, lo hanno vissuto e studiato.

Il primo episodio – in programma il 17 luglio – ci porta dove il quartiere di San Frediano si affaccia sul fiume, dove Lungarno Soderini si apre in una piazza modesta, oggi completamente occupata da un parcheggio. Partiamo da Piazza del Cestello, dove ignorato tra i rumori del traffico, si fa strada un suono, simile a quello di una ventola; è il fiume che dialoga con la facciata della chiesa di San Frediano.

Il secondo episodio – in programma il 24 luglio – ci invita invece ad ascoltare le voci del ‘sistema’ Arno: fiume o canale? luogo di attività economiche, luogo di svago o rifugio sicuro per animali che mai penseremmo di trovare in città? Lo ascoltiamo laddove entra ed esce da Firenze, dallo sbocco dell’Affrico e dalla Passerella dell’Isolotto, prestando il nostro orecchio a quell'(eco)sistema complesso che lo anima.

A seguire, gli altri due episodi saranno programmati l’11 e il 18 settembre.

Arno Atlas è parte del progetto RIVA 2013, curato da Valentina Gensini per l’Estate Fiorentina.

Brevi estratti di Arno Atlas saranno pubblicati su Firenze Sound Map, un progetto di mappatura sonora tenera a cura di Antonella Radicchi.

Per chi ci segue, Giulio Aldinucci non ha bisogno di presentazioni, altrimenti ecco una breve bio:

Giulio Aldinucci (1981) è un musicista e compositore attivo da anni nel campo della musica elettroacustica.
Dal 2006 al 2011, sotto il nome Obsil ha pubblicato tre album; una traccia dall’album Vicino, pubblicato dall’etichetta irlandese Psychonavigation, è stata selezionata nel 2011 da The Wire e inclusa nel suo the The Wire Tapper 25 CD. Ha in seguito collaborato con Laverna e nell’agosto 2012 l’etichetta Nomadic Kids Republic ha pubblicato il suo CD Tarsia.
Collabora stabilmente ed è parte dell’Archivio Italiano Paesaggio Sonoro, compone musica per performance, video e cortometraggi. Nel 2010 ha contribuito a Sounding Doors di Julijonas Urbonas, opera vincitrice dell’Award of Distinction in Interactive Art al Prix Ars Electronica nello stesso anno.

Arno Atlas : gli episodi
1° _ Prospettiva Arno
2° _ (eco)sistema complesso

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY